Ginecologa Specialista in Infertilità di coppia | PRENOTA VISITA A MERATE

Lavoro in gravidanza

La tutela della gravidanza rappresenta un diritto per la donna lavoratrice ed un obbligo per il datore di lavoro.

Le disposizioni legislative specifiche si trovano nel D.Lgs 151/2001 Testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità a norma dell’art.15 della legge 8/3/2000, n 53.v

Questa cornice normativa si deve raccordare con le norme generali poste a tutela della sicurezza nei luoghi di lavoro (D.Lgs.81/2008), che indicano anche le figure tecniche che devono valutare la sussistenza delle condizioni di tutela: il responsabile del servizio di prevenzione e protezione aziendale (RSPPA), che valuta la presenza del rischio e indica al datore di lavoro mansioni sostitutive e il medico competente, che valuta lo stato di salute della lavoratrice e la compatibilità con il lavoro svolto attraverso la sorveglianza sanitaria e valuta se necessario l’astensione anticipata dal lavoro o un cambio di mansione.

Il datore di lavoro, è il responsabile finale della tutela della salute delle lavoratrici.

L’attività di vigilanza è svolta dalle Medicine del lavoro delle aziende sanitarie locali che dall’ispettorato del lavoro provinciale che è deputato a rilasciare il nulla osta alla richiesta di astensione anticipata dal lavoro chiesta dall’azienda.

Per altre info:

“Quando arriva un bambino (terza edizione)”, disponibile sul sito dell’INAIL (clicca qui)

lavoro in gravidanza